fimi streaming certificazioni oro platino 2015

Cambiano le certificazioni dei singoli ORO (25.000) e PLATINO (50.000). Cosa ci dice questo cambiamento?

Sembra ieri quando raccontavo che le copie digitali venivano aggiunte dalla Fimi alla classifica degli album più venduti, ma era il lontano 2011.

Dopo questa integrazione tra acquisti offline e online è stata la volta dell’integrazione degli streaming nella classifica dei singoli più venduti (non degli album) avvenuta l’11 settembre del 2014. Dove per streaming si intende non lo streaming da Youtube e Vevo, ma lo streaming da Deezer, Google Play, Juke, Napster, Play.me, Rdio, Spotify, TIMmusic e Xbox Live.

Scelta saggia e necessaria, dato che lo streaming nel primo semestre nel 2014 era cresciuto del 134%, e dato che è grazie allo streaming se dal 2013, dopo 11 anni di flessione, il mercato discografico italiano è tornato a crescere. Ma cosa vuol dire integrare lo streaming con le vendiute? Quanto vale uno streaming?

Presto detto: 100 streaming maggiori di 30 secondi equivalgono a 1 download. Anche se il fatto che un ascolto di 31 secondi sia considerato un ascolto intero mi lascia un po’ perplesso.

Ma oggi c’è una novità annunciata dalla Fimi. Le certificazioni della Top Digital, che erano state abbassate a 15.000 copie per l’oro e 30.000 per il platino salgono a 25.000 per l’ORO e 50.000 per il PLATINO e questo proprio in virtù dello streaming. Cosa ci dice tutto questo? Che lo streaming cresce sempre più: con un +80% oggi rappresenta ben il 57% del mercato digitale (più dei download dunque) e il 22% dell’intero mercato discografico. Ma soprattutto ci dice che il mercato dello streaming cresce e un ritmo persino maggiore di quello previsto dagli analisti di mercato della Fimi, che sono dovuti correre ai ripari variando le soglie per le certificazioni. Negli ultimi mesi infatti – diciamolo – il disco d’oro lo vincevano cani e porci🙂

A questo punto spero che presto anche per gli album gli streaming vengano sommati agli acquisti fisici e digitali. Anche se a breve il concetto di album potrebbe non esistere più. Ma di questo ne parlo qua.

Questa voce è stata pubblicata il 5 febbraio 2015 alle 11:47 PM. È archiviata in Segnali dai '10 con tag , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: