mengoni-Parole-in-circolo

Il futuro della musica: artisti come app e album come playlist? Su Parole in circolo di Marco Mengoni

Il futuro della distribuzione musicale e il futuro del supporto album sono temi che mi interessano molto. Ne ho parlato in Cosa resterà dei nostri CD? L’app album di Bjork?, in Beck, Song Reader e lo spartito: rivoluzione o riproposizione e in Il sovversivo (Thom Yorke) e i mercenari (U2) dichiarano guerra a Spotify.

Bjork, Beck, Thom Yorke. Insomma, ne ho parlato in relazione a dei grandi sperimentatori della musica. Sono onesto, mai avrei pensato che una nuova soluzione al tema “il futuro dell’album” l’avrebbe proposta Marco Mengoni (della cui normalizzazione musicale ho parlato qui)

E invece è così. Parole in circolo, il suo terzo album in uscita il 13 gennaio del 2015, è stato presentato come la prima di “due playlist ancora in fase di scrittura e lavorazione”, il tutto per andare incontro all “esperienza di singolarizzazione della musica”, parola di Marco Mengoni.

La tracklist di Parole in Circolo racconta questo divenire. Sfruttando il fatto che quando un artista mette un album in preorder si lascia sempre la possibilità di cambiare canzoni, titolo, disposizione ecc., Mengoni ha usato la tracklist per lanciare un messaggio che racconta il progetto Parole in Circolo. Prova a leggere la tracklist tutta d’un fiato per capire😉

  • Guerriero
  • Racconta con l’elettronica
  • Uno dei mondi
  • Di questa Playlist in divenire
  • Tra il classico
  • L’organico
  • E la sperimentazione
  • Se sei come sei
  • Coerente
  • Al tuo immaginario
  • È più facile creare

Ma è molto probabile che alla fine questa sia solo una tracklist provvisoria di Parole in Circolo e che a parte Guerriero e il nuovo singolo Se sei come sei gli altri titoli verranno aggiornati. E qui ritorna il concetto di divenire.

Un mese fa non era chiaro capire cosa si intendesse con l’espressione “due playlist in divenire”. Cosa vuol dire? I brani usciranno uno alla volta? E le tempistiche di uscita dei singoli brani seguiranno davvero la naturale gestazione del brano oppure la parcellizzazione serve solo per creare un effetto teaser?

Visto che una data di uscita per il primo dei due album c’è ed è vicinissima, ovvero il 13 gennaio, non credo che assisteremo a una nuova modalità distributiva. Credo che queste due playlist altro non siano che due album chiamati in modo diverso. Ma lo capiremo meglio tra pochi giorni.

Se quella della playlist potrebbe essere una bella occasione persa per Mengoni, molto più concreta è l’idea di creare una app dedicata di Marco Mengoniche dà la possibilità di vedere video in esclusiva, partecipare a contest e comprare i biglietti dei concerto in anteprima.

Due idee, playlist e app, che mi hanno fatto immaginare come potrebbe essere il futuro della musica post-album.

Gli artisti daranno vita ad app in cui, oltre a tanti contenuti extra, lanceranno singoli brani in download (a pagamento) che andranno a comporre una playlist in divenire lunga come una carriera.

Questa sarebbe un’innovazione non da poco che andrebbe incontro all’esigenza di “singolarizzazione della musica” (per dirla con Mengoni) e anche all’esigenza di cambiamento degli artisti: svincolato dalla coerenza stilistica “imposta” dalla cornice dell’album, ogni brano potrebbe avere atmosfere e produttori molto diversi e il percorso artistico non sarebbe da leggere secondo stadi (gli album) ma sarebbe un vero e proprio flusso.

Io, ad oggi, il futuro della musica post-album me l’immagino così. Fatto di app e playlist. Grazie a Marco Mengoni per la soffiata.

Questa voce è stata pubblicata il 4 gennaio 2015 alle 7:00 AM. È archiviata in Pop '10, Segnali dai '10 con tag , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Un pensiero su “Il futuro della musica: artisti come app e album come playlist? Su Parole in circolo di Marco Mengoni

  1. Pingback: Cambiano le certificazioni dei singoli ORO (25.000) e PLATINO (50.000). Cosa ci dice questo cambiamento? | Goodbyezero

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: