Mengonite Morganite X factor prima puntata

X Factor 8 prima puntata: la morganite è peggio della mengonite.

Ho seguito X Factor 1 e 2, quando era ancora un programma naive dove potevano vincere un gruppo come gli Aram Quartet e un’artista come Matteo Beccucci, commercializabili quanto la cover band coreana dei Ricchi e poveri. Mi sono appassionato a X Factor con la edizione 3, quando a vincere fu un istrionico Marco Mengoni, poi normalizzato e reso Mr. 50 sfumature di grigio, come racconto qua.

Visto che il post è sulla mengonite e la morganite una precisazione è dovuta: in tutte le edizioni che ho visto sono sempre stato team Morgan.

Poi ho mollato la presa (e me ne dispiaccio, se penso che mi sono perso un’immensa Arisa e il suo win “perché sei falsa Simona cazzo!”). Quest’anno però ho intenzione di guardarlo tutto, e di commentarlo, se ho qualcosa da condividere. Un po’ perché X Factor, come l’autarchico Amici, plasma il mainstream musicale italiano; un po’ perché, diciamolo, X Factor è uno spettacolo per gli occhi più che per le orecchie e in questo senso paragonabile alla spettacolarizzazione del cibo operata da Master Chef.

Ma arriviamo alle audizioni e al motivo del titolo: la morganite è peggio della mengonite.

Tra le tante esibizioni a colpirmi è stata quella di Marco Cappai, aka MADH (acronimo di My advice doesn’t help) con una bellissima versione di Mad World, ecco il video qui sotto.

Ha ragione Mika quando dice che non ha solo cantato ma che ha già pensato alla produzione della sua voce, ma non nascondiamoci dietro un dito: se lo scopo è trovare un artista è piazzarlo sul mercato, quanto più è consapevole e ben definito tanto meglio. A proposito di consapevolezza, nessuno dei giudici ha sottolineato che Madh ha cantato Mad World, come a dire: “vi faccio entrare nel mondo di Madh, nel mio mondo”. Un mondo già ben arredato.

Ma a colpirmi è stata anche la reazione di Morgan (qui il video).

Prima si infuria perché Madh dice “canterò Mad World di Gary Jules” senza precisare che l’originale è dei Tears For Fears. Apriti cielo! Gli dà dell’ignorante, gli dice che manca di cultura musicale! Però Morgan non dice nulla a Maria Faiola quando sale sul palco dicendo di cantare At Last di Etta James”, quando dovrebbe sapere che l’originale di At last non è di è Etta James ma è stata interpretata da Glenn Miller nel 1942, da Nat King Cole nel 1957 e solo nel 1960 è stata interpretata da Etta James (leggi qui).

Dopo si infuria accusando Madh di avere la Mengonite: di fare manierismi come Mengoni, di muoversi come Mengoni e di fare i suoi stessi gesti. E soprattutto, in quanto  fotocopia di Mengoni, di essere “scadente” e ignorante (“tu non hai cultura”). A dirlo è proprio Morgan, colui che è nato come prodotto derivativo, che ha sempe prodotto artisti dichiaratamente di genere come i Soerba e che ci ha messo 10 anni per smarcarsi dai suoi modelli ingombranti (Spandau ballet, Duran Duran, Depeche Mode e Teras for Fears, appunto).

Ma non giochiamo al suo gioco facendo specchio-riflesso. A me più che la mengonite, fa sorridere la morganite.

La morganite è quella “patologia” che consiste nell’incarnare un severo ideale ottocentesco di Cultura in un talent show di Sky che parla alle masse.

La morganite ha dei sintomi evidenti: termini desueti, citazioni improbabili, visione romantica della musica e manie di onnipotenza (“Marco (Mengoni) l’ho fatto io” è degno dell’imitazione di Pippo Baudo). Ma, per quanto mi piaccia Morgan, e per quanto anche quest’anno di sicuro sarò team Morgan:

Come fa Morgan a credersi Adorno quando siede sulla stessa scranna di Britney Spears?

Questa voce è stata pubblicata il 22 settembre 2014 alle 3:40 PM. È archiviata in Pop '10, Segnali dai '10 con tag , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

3 pensieri su “X Factor 8 prima puntata: la morganite è peggio della mengonite.

  1. Pingback: CE LO CHIEDE L'EUROPA: il nuovo disco di Franco Battiato, che si intitola Joe Patti's Experimental Group ed a questo giro è accreditato a nome Battiato/Pinaxa | BASTONATE

  2. Pingback: Quando X Factor trasforma un video in uno spot. Il caso The reason why di Lorenzo Fragola | Goodbyezero

  3. Pingback: È River il nuovo singolo di Madh (sì Gong era uno street single) | Goodbyezero

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: