top-10-best-albums-i-migliori-dischi-del-2012

Top 10 best albums – I migliori dischi del 2012

Top 10 best albums – I migliori dischi del 2012 – Sebbene a fine anno le classifiche dei migliori dischi vadano molto nel web (per ingraziarsi gli algoritmi di Google) io non amo stilarle: non si compara la carne (rock) con il pesce (hip hop) e non è facile tramutare un giudizio qualitativo in uno quantitativo da disporre secondo un criterio ordinale.

Così nel 2010 avevo lanciato un sondaggio, che assegnò la vittoria a The Suburbs degli Arcade Fire, sul fronte internazionale, ai Massimo Volume sul fronte italiano. Nel 2011 me l’ero cavata dicendo già a gennaio che il più bell’album era e sarebbe rimasto Let England Shake di Pj Harvey. Pigro, più che profetico.

Quest’anno, fedele alla non-classifica, opto per la lista dei migliori album del 2012.

Sul fronte italiano né dubbi né sorprese. S dei Drink to me è l’album più bello di questo 2012 italiano. Lo avevo detto un po’ di tempo fa e lo ripeto ora che di mesi ne sono passati e di nuovi album ne sono usciti.

Le altre 9 scelte pescano fuori dallo stivale e vanno dal rock baccanalico dei Japandroids all’hip hop di Kendrick Lamar, passando per il pop rock folktronico di Cat Power.

Nella gallery i 10 migliori album del 2012, da ordinare a proprio piacere.

Ah dimenticavo. Non ci sono i Muse

Questa voce è stata pubblicata il 24 dicembre 2012 alle 7:41 PM. È archiviata in Electro-Dance-Trip Hop '10, Folk-Jazz-Blues '10, Pop '10, Rap-R'n'B-Funk '10, Rock-Indie '10, Segnali dai '10 con tag , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

4 pensieri su “Top 10 best albums – I migliori dischi del 2012

  1. Pingback: Best songs of the year – Le 12 migliori canzoni del 2012 « GoodbyeZero

  2. il barman del club in ha detto:

    cosa vuoi farci, per noi che amiamo la musica, anche questi giochi di fine hanno, inconsapevolmente o a livello inconscio, hanno il loro perché (algoritmi o meno). E ripassare l’anno appena trascorso è sempre un pacere (!)

  3. Pingback: A noi italiani piace il grigio: su Gualazzi & Bloody Beetroots e Mengoni | Goodbyezero

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: