C’mon Low: lo slowcore degli Anni Zero che non muore mai

C'mon CoverCon i loro tempi, con i loro ritmi, il 12 Aprile i Low tornano sulle scene con un nuovo album, che arriva a quattro anni di distanza da Drums and Guns.

C’mon, nelle intenzioni della band, segna un ritorno ai suoni del passato; e l’anteprima di Especially me è qui su Gbø a confermarlo.

Se sei tra quelli che conoscono i Low, saprai che questo è un gran bel biglietto da visita. Se non li conosci, insieme all’anteprima, beccati un consiglio per aggiornare la tua playlist degli Anni Zero.

Andiamo con ordine. Dei Low avevamo già parlato in periodo natalizio, in occasione del download gratuito del loro Ep Live at Eindhoven. I tre del Minnesota sono tra i principali esponenti dello slow core, genere musicale che gira su accordi in minore – dunque più cupi e tristi – caratterizzato da ritmi rallentati e dalla forte componente corale e strumentale.

Sempre fedeli a questa attitudine malinconica, Alan, Mimi e Matt con l’ultimo album avevano appeso la chitarra al chiodo, optando per un pop screziato da loop di batteria. Una scelta coraggiosa per una band che ha fatto degli arpeggi eterei di chitarra il suo marchio di fabbrica.

C’mon, però, segna un ritorno al sound che li ha resi celebri: cori in primo piano e chitarre che si avvolgono in arpeggi memorabili, come dimostra Especially me, quinta delle dodici tracce che compongono quello che si prospetta come uno dei migliori album del 2011.

Se però questo “sound che li ha resi celebri” non lo consoci e hai voglia di rifarti le orecchie, Gbø ti fa un bel regalo: si chiama Sunflowers ed è una delle più belle canzoni di uno degli album più belli dell’America Anni Zero: Things We Lost in The Fire.

Tu chiudi gli occhi e ascoltala… e mi raccomando: poi dimmi che ne pensi.😉

Questa voce è stata pubblicata il 27 marzo 2011 alle 4:38 PM. È archiviata in Anni Zero, My Zerolist, Rock-Indie '10, Segnali dai '10 con tag , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: