Quando l’album dei Rem arriva in anticipo… e il tour non arriverà mai!

I Rem e l'antifrasiNel mondo del rock c’è davvero di tutto: le band a cartoni animati (Gorillaz), i DJ dai mille volti e side-project, chi carica un album in download e lascia scegliere ai fan il prezzo (Radiohead), chi rilascia sul web una canzone alla volta (Smashing Pumpkins).

Finora però erano poche le grandi band che avevano lanciato un disco senza portarlo in tour; e tutto questo pur essendo unite, vive e vegete e prive della “sindrome Mina Mazzini”.

Questa lista conta un nome di grande spicco: quello dei Rem.

Ora io capisco che l’età avanza e che la voglia di rintanarsi in casa possa essere più allettante della vita On The Road, ma chi fa Rock sa, o dovrebbe sapere, che la musica Rock è fatta di live.

Non è una cosa da rockettaro incallito o da bimbominkia, credimi. Semplicemente se il Pop è una musica, un’attitudine che pretende la performance – cosa che non è sempre necessaria per parte della musica Pop-Dance, ma lo è per l’house e la techno in cui “checchesenedica” i DjSet sono attesi con smania dagli ascoltatori del genere – questo è ancora più vero per uno dei suoi figli: il Rock. Un genere che nasce per essere suonato dal vivo – basti pensare alle sue radici blues – e che solo in seguito è stato assorbito dagli studi di registrazione – e in questo senso i Beatles sono stati dei pionieri.

In pratica si fa esperienza del Rock, salendo e scendendo dai palchi – o dalle pedane – suonando dal vivo, improvvisando, – perché no – sbagliando, non producendo un album in un asettico studio di registrazione e mettendolo in vetrina come una bambolina.

Questo è ciò che penso. Sei libero di gridarmi contro.

A questo punto se vuoi dare un’occhiata e un’orecchiata a questa bambolina, sappi che oggi sono disponibili 4 sue pezzi in Anteprima. E la cosa più triste è che non sono affatto male.

Peccato solo che non li ascolteremo live. Almeno non per questi tre anni a venire (coltello nella piaga).

Questa voce è stata pubblicata il 27 gennaio 2011 alle 10:55 PM. È archiviata in Rock-Indie '10, Segnali dai '10 con tag , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

15 pensieri su “Quando l’album dei Rem arriva in anticipo… e il tour non arriverà mai!

  1. E’ anche vero che una delle predominanti del rock è l’imprevedibilità, chissà che non sia tutta una farsa!

  2. Pingback: 7 motivi per cui Lady Gaga non è come le altre « GoodbyeZero

  3. joebarry in ha detto:

    Come ha detto Mike Mills, loro non fanno tour perchè hanno un album nuovo, lo fanno se vogliono cantare live e dare il 100%. Adesso non possono dare il 100% e quindi è meglio che non fanno il tour.
    Ben venga se questo li riporterà di nuovo in studio entro i prossimi 3 anni.
    Li vedremo live al momento giusto!

    Ciao

  4. Pingback: I 4 video rock del momento e il parere di Gbø « GoodbyeZero

  5. Pingback: I 4 video rock del momento e le legnate di Gbø « GoodbyeZero

  6. oi in ha detto:

    a me danno fastidio solo le forzature e le scadenze… come dover fare un disco ogni 2 anni (se li si facesse solo quando c’è davvero qualcosa da dire la discografia mondiale si risparmierebbe molta fuffa) o dover fare un tour solo per promuovere un disco. poi dici delle inesattezze… non è certo la prima band che non fa un tour promozionale e non è la prima volta nemmeno per gli stessi r.e.m.
    “new adventures in hi-fi” pubblicato nel 1996 non ha avuto alcun tour, dopo il tour di monster son tornati ad esibirsi solo nel 1999 dopo la pubblicazione di “up”, nemmeno reveal nel 2001 è stato seguito da alcun tour, son tornati a farlo nel 2003 PRIMA della pubblicazione del best of.

    • Ciao oi, innanzitutto grazie per la segnalazione delle imprecisioni, provvedo a correggere il post. Questo è il bello del blog rispetto alla carta stampata: feedback, dialogo e possibilità di correzione in modalità wiki.😀 Solo che non dicevo che è la prima band, ma che si aggiunge alla lista. Però giustamente come mi suggerisci tu la cosa non è nuova per Stipe e soci. Chiedo venia.🙂

      Per il resto, concordo con la questione scadenze fisse: un disco non deve avere per forza la cadenza di una dichiarazione dei redditi. Ma il punto che mi premeva sottolineare era che, se è vero che la musica è un mercato, un business (non voglio nascondermi dietro a un dito) rimane il fatto che, nel momento in cui la dimensione performativa viene espunta, si perde di certo qualcosa del fare creativo e del senso stesso della musica rock.

      Un esempio estremo in tal senso è quellio di Mina (lo so il caso è estremo, appunto, ma è solo per rendere l’idea). Mina non è autrice vero, ma interprete. Però nella parole “interpretare”, spesso bistrattata in musica, non c’è solo il bel canto, ma anche l’interpretazione mimica-facciale, la gestualità, l’empatia che si trasmette: la performance come totalità. Quando però si canta SOLO dietro a un vetro e si offre la propria voce SOLO in versione registrata, per me ci si sposta dal terreno degli interpreti a quello dei fini esecutori; e così si perde una dimensione importante della musica. ma su Mina ritorneremo…😉

  7. oi in ha detto:

    per carità, ho colto il senso di quello che dici (rileggendomi il tono può essere sembrato un po’ aggressivo e me ne scuso, ma non era mia intenzione), però in questo passaggio:

    “In pratica si fa esperienza del Rock, salendo e scendendo dai palchi – o dalle pedane – suonando dal vivo, improvvisando, – perché no – sbagliando, non producendo un album in un asettico studio di registrazione e mettendolo in vetrina come una bambolina.”

    l’esempio (i r.e.m.) mi sembra quello più sbagliato che si possa fare… partendo dai dischi, credo sia una delle band con la miglior produzione globale nell’intera discografia mondiale , mai invasiva e asettica, non hanno mai peccato di “perfettinismo” patinato e finto, per quanto riguarda i live beh, posso assicurarti avendoli visti 4 volte dal vivo tra il 1999 e il 2008 che un concerto dei r.e.m è una delle migliori esperienze live a cui si possa assistere, coinvolgimento totale, grande carisma ma soprattutto ti accorgi che nonostante l’età e una carriera ormai trentennale si divertono ancora come matti sul palco.
    se in questo momento non se la sentono di imbarcarsi in un nuovo tour mondiale per quanto possa essere deluso nel vedere “spezzata” (almeno temporaneamente) la mia speranza di assistere per la quinta volta ad un loro live non posso che apprezzare la loro onestà, fanno bene ed è rispettoso verso il proprio pubblico ad esibirsi solo quando lo sentono davvero anzichè offire uno spettacolo “svogliato” solo per assecondare logiche promozionali, in virtù di quanto ho scritto precedentemente.

    non nego che siano una delle mie band preferite in assoluto… è la band che più di tutte mi ha cambiato la vita e mi ha fatto appassionare in maniera definitiva alla musica, li ho scoperti da ragazzino nel ’98 con “up” e un anno dopo da 15enne mi son fatto qualcosa come 600 km in treno (1200 tra andata e ritorno) da solo per poterli vedere dal vivo (con i miei che han cercato di opporsi in tutti i modi :D), ma nonostante ciò non mi ritengo un fan cieco, di quelli che apprezzano e difendono a prescindere i propri “beniamini” (brutto termine come fan). avvicinandomi a loro e ad una certa attitudine musicale poi ho conosciuto tantissime altre cose, dal krautrock, al noise, al post rock, shoegaze, new wave, all’elettronica e tanto altro. non dico questo per vantarmi di essere un espertone di musica (primo perchè non si può mai conoscere tutto, secondo perchè non mi interessa minimamente esserlo/sembrarlo) ma solo per far capire che non sono per l’appunto un ragazzetto indispettito e che la musica la seguo e la apprezzo a 360 gradi. mi scuso infine per la lungaggine😀

    • oi: non dvei scusarti per la “lungaggine”. Anzi, grazie a te per lo scambio più che gradito!😉 Penso che io e te non abbiamo posizioni così distanti, oltre ad avere gusti simili (vedi kosmische musik)🙂 Bisogna solo sgomberare il campo da un dubbio che si insinua nella tua ragionata risposta: il fatto che io abbia scritto questa riflessione sui Rem, questa views a corredo di una news (non ci sarà il tour), non vuol dire affatto che io demonizzi i Rem, che per giunta mi piacciono. Non a caso ho parlato dei rem altre volte, qui del nuovo video, qui del nuovo album.
      Ho fatto una critica a questa singola scelta, ma non vuol dire che ritenga loro l’esempio di band commerciale e patinata: quelli semmai sono gli U2🙂
      Detto ciò l’unica cosa che si potrebbe obiettare a quanto scrivi salta fuori quando dici: “se in questo momento non se la sentono di imbarcarsi in un nuovo tour mondiale (…) fanno bene ed è rispettoso verso il proprio pubblico ad esibirsi solo quando lo sentono davvero anzichè offire uno spettacolo “svogliato” solo per assecondare logiche promozionali, in virtù di quanto ho scritto precedentemente”. Un disco è sì un’opera, ma è anche frutto di un impegno contrattuale, quindi non mi sentirei di ritenere un “purista” chi fa solo l’album e non fa il tour: anche perché il tour non è solo un motore promozionale, ma è principalmente una performance artistica.
      Detto questo ho capito le tue posizioni, e penso che ora sia più chiaro che la mia è una riflessione generale che trova un esempio nel caso Rem, ma non è una condanna assoluta sull’intera identità della band. Grazie oi.

  8. oi in ha detto:

    dimenticavo un piccolo passaggio inerente la discografia… l’unico disco che soffre di una brutta/invasiva produzione è forse “around the sun” del 2004.

  9. Pingback: Il vuoto grande grande grande lasciato da Mina « GoodbyeZero

  10. Pingback: Di Vasco e degli addii che in realtà sono arrivederci « GoodbyeZero

  11. Pingback: Goodbye Rem « GoodbyeZero

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: